Home Cultura LA POLIZIA SCIENTIFICA DA OTTOLENGHI ALLE TECNOLOGIE DEL FUTURO

LA POLIZIA SCIENTIFICA DA OTTOLENGHI ALLE TECNOLOGIE DEL FUTURO

59
Condividi

LA SCIENTIFICA DA ALLE TECNOLOGIE DEL FUTURO

L’importanza delle e della scienza che le studia, delle moderne tecnologie e degli strumenti di identificazione. E’ stato questo il tema clou del convegno ‘Identificazione personale giudiziaria: dalla lente d’ingrandimento al ’, ospitato dall’università di nell’Aula magna del Rettorato.

Non solo scienza applicata alle indagini ma anche letteratura: l’incontro ha fornito infatti l’occasione per presentare il libro di Andrea Giuliano, sostituto commissario del Gabinetto Interregionale di per il Piemonte e la Valle d’Aosta, dedicato alla figura di Salvatore Ottolenghi, assistente di Cesare e fondatore della polizia scientifica.

Presenti all’incontro il questore di Torino Giuseppe De Matteis, l’ex questore di Torino ora direttore centrale anticrimine della polizia di Stato Francesco Messina, il direttore della 2a divisione del servizio polizia scientifica Fabiola Mancone.

Per l’occasione è stato anche aperto gratuitamente al pubblico il museo di anatomia umana ‘Luigi Rolando’ e il museo di antropologia criminale ‘Cesare Lombroso’.

LA POLIZIA SCIENTIFICA DA OTTOLENGHI ALLE TECNOLOGIE DEL FUTURO ultima modifica: 2019-04-12T16:01:25+02:00 da Redazione Rete 7