La Russia concentra le forze nel Donbass. L’intelligence britannica: Mosca continuerà a bombardare le città

AGI – “Devo dire che gli sforzi fatti da Macron, da Scholz, e poi anche da me, di poter parlare, che non hanno prodotto niente ma sono necessari comunque. Perché il giorno in cui questa volontà cambierà, noi saremo li’“. Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nella conferenza stampa al termine del vertice Ue a Bruxelles. “Saremo lì a iniziare questo processo di pace insieme agli altri alleati. Quindi questo e’ il senso in cui ho detto che Putin non vuole la pace. Perche’ ancora non c’e’ stata nessuna manifestazione di cessate il fuoco. Anche nelle riunione che ci sono state con gli ucraini, in realtà il fuoco non è cessato. I bombardamenti sono continuati”, ha aggiunto il premier.

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, è in contatto con l’Academy of Motion Picture Arts and Sciences per apparire in video durante la cerimonia degli Oscar: lo riporta il New York Post. “Gli organizzatori degli Oscar – si legge nell’articolo – stanno ancora discutendo se far apparire brevemente Zelensky durante l’evento, hanno spiegato alcune fonti. Inoltre, non si sa ancora se sarebbe un collegamento in diretta o un video registrato. Le medesime fonti hanno precisato che nella discussione interna si sta valutando se gli Oscar devono rimanere apolitici rispetto all’invasione russa dell’Ucraina”.

Ieri, il capo della direzione operativa dello Stato maggiore della Difesa russo, Serghei Rudskoy, ha annunciato che i principali obiettivi della prima fase dell’operazione russa in Ucraina “sono stati completati” e che questo “consente di concentrare gli sforzi principali sul raggiungimento dell’obiettivo principale: la liberazione del Donbass”.

Mosca ha anche annunciato di aver distrutto con i missili Kalibr un grande deposito di carburante utilizzato dalle forze armate ucraine. Si tratta del centro logistico più grande fra quelli non ancora colpiti e si trova a circa 250 chilometri a sud ovest di Kiev.

Onu intanto ha denunciato fosse comuni a Mariupol, con almeno 1.081 civili uccisi da inizio guerra”. La Russia ammette, morti 1.351 nostri militari.

Intanto Biden, in visita in Polonia, ha affermato che “in Ucraina è in gioco la democrazia nel mondo”.  Poi il paragone storico: “L’Ucraina è piazza Tienanmen al quadrato”. Secondo il Wsj il presidente Usa vorrebbe ripristinare la strategia del ‘First nuclear strike’ come deterrente, facendo un passo indietro rispetto alle promesse elettorali.