Home Telegiornale LARA, FOREIGN FIGHTER RIFUGIATA A GARBAGNA: PARLA IL SINDACO

LARA, FOREIGN FIGHTER RIFUGIATA A GARBAGNA: PARLA IL SINDACO

112
0
Condividi

Tornava almeno un paio di volte all’anno a Garbagna, piccolo borgo sui colli tortonesi,Lara Bombonati, 26 anni, arrestata su richiesta della procura distrettuale di Torino che da tempo ne monitorava i movimenti. Dopo la morte del marito, Francesco Cascio, foreign fighter come lei, aveva deciso di tornare in Piemonte, dalla sorella che vive a Tortona. Sconcerto fra i concittadini, e nelle parole del Sindaco di uno dei borghi più belli d’Italia, ma anche soddisfazione per il tempestivo intervento delle autorità. Gli investigatori, che la sorvegliavano attentamente, ritengono che stesse programmando un nuovo viaggio in Siria.
Gli inquirenti non hanno registrato particolari contatti con altri possibili terroristi in Italia. Lara Bombonati si era convertita all’Islam alcuni anni fa, insieme al marito, e anche quando è stata trasferita nel carcere delle Vallette di Torino ha precisato: “Sono musulmana”.

LARA, FOREIGN FIGHTER RIFUGIATA A GARBAGNA: PARLA IL SINDACO ultima modifica: 2017-06-25T16:42:07+00:00 da Redazione Rete 7