Home news LAVORATORI TRASFERITI: PRESIDIO PER DIPENDENTI VODAFONE IN REGIONE

LAVORATORI TRASFERITI: PRESIDIO PER DIPENDENTI VODAFONE IN REGIONE

838
0
Condividi

19 lavoratrici e lavoratori della Vodafone di Ivrea saranno trasferiti dal prossimo 10 luglio alla sede di Milano. Per protestare contro un atto discriminatorio – come sottolineato dai sindacati, è stato organizzato un presidio sotto la regione Piemonte. Si tratta a nostro giudizio – si legge in un comunicato – di trasferimenti discriminatori e ritorsivi che sono l’ultimo capitolo, in ordine di tempo, di una vicenda che dal 2007 ad oggi ha visto il colosso multinazionale delle TLC accanirsi contro un folto gruppo di lavoratori di varie sedi italiane che sono stati, in rigoroso ordine cronologico: 1, CEDUTI illegalmente; 2, REINTEGRATI per ordine della magistratura con condanna di Vodafone in Cassazione per Cessione di Ramo d’Azienda illegittima; 3, LICENZIATI illegalmente; 4, REINTEGRATI con nuovo ordine della magistratura e con condanna di Vodafone in Cassazione per licenziamenti discriminatori e ritorsivi; 5, DISTACCATI e isolati da tutto il resto dei dipendenti Vodafone; 6, TRASFERITI.

LAVORATORI TRASFERITI: PRESIDIO PER DIPENDENTI VODAFONE IN REGIONE ultima modifica: 2017-07-03T13:29:58+00:00 da Redazione Rete 7