Le condizioni di Putin per una soluzione diplomatica della crisi ucraina

AGI – Vladimir Putin ha sottolineato che Mosca è pronta a trovare “soluzioni diplomatiche” con l’Occidente per mettere fine alla crisi ucraina. Gli interessi e la sicurezza della Russia “non sono negoziabili” ha ribadito il presidente russo.

Putin, che parlava in un discorso televisivo in occasione della Giornata del difensore della patria, ha però sottolineato che le “soluzioni diplomatiche” non hanno un carattere “negoziabile” degli interessi e della sicurezza del Paese. “Il nostro Paese è sempre aperto al dialogo diretto e onesto per trovare soluzioni diplomatiche ai problemi più complessi. Tuttavia, gli interessi e la sicurezza dei nostri cittadini non sono negoziabili per noi”. 

“Le sanzioni non risolveranno nulla con la Russi. Difficile immaginare” che Mosca “cambi politica estera sotto la minaccia di misure restrittive” ha commentato da parte sua dell’ambasciatore russo negli Stati Uniti, Anatoly Antonov, dopo l’annuncio del presidente americano Joe Biden di nuove misure economiche contro Mosca in risposta alla crisi ucraina.

“Non ricordo un solo giorno in cui il nostro Paese è vissuto senza subire alcuna restrizione dal mondo occidentale. Abbiamo imparato a lavorare in tali condizioni. E non solo sopravvivere, ma anche sviluppare il nostro Stato”, ha proseguito il rappresentante di Mosca con un messaggio su Facebook. “Non c’è dubbio che le sanzioni imposte contro di noi danneggeranno i mercati finanziari ed energetici globali. Gli Stati Uniti non ne resteranno esclusi, i cittadini comuni subiranno tutte le conseguenze dell’aumento dei prezzi”.