Le pietre miliari dell’Italia alle Olimpiadi invernali

AGI – L’Italia partecipa ai Giochi olimpici invernali dall’edizione di Chamonix del 1924. Complessivamente le medaglie conquistate fino all’edizione di PyeongChang 2018 sono state 124, 40 di esse d’oro. La disciplina più medagliata di tutte, lo sci nordico con 35 medaglie (9 d’oro), seguito dallo sci alpino con 32 (14 d’oro), slittino con 17 (7 d’oro).

Le atlete più medagliate sono Stefania Belmondo con 10 medaglie (2 d’oro) nello sci nordico ed Arianna Fontana con otto nello short track. Quest’ultima sarà in gara anche a Pechino 2022 – oggi la cerimonia d’apertura della XXIV edizione dei Giochi della neve e del ghiaccio – e nei 500 metri cercherà di difendere l’oro conquistato quattro anni prima. Al maschile Eugenio Monti, detto ‘il Rosso Volante’, nel bob ed Armin Zoeggeler nello slittino, sono i più medagliati con sei medaglie. Gli sciatori Deborah Compagnoni ed Alberto Tomba sono gli unici ad aver vinto tre medaglie d’oro olimpiche.

La prima azzurra a prendere il via ad una gara olimpica è stata Iseline Crivelli il 7 febbraio del 1936 nella prova della combinata di Garmisch-Partenkirchen. Qualche minuto piu’ tardi erano scese nella stessa gara anche Paula Wiesinger, Clara Frida e Nives Dei Rossi. I primi italiani a prendere il via di una gara olimpica, gli staffettisti della pattuglia militare a Chamonix ’24 ma non conclusero la prova.

I più giovani azzurri in gara negli anni sono stati, Marzia Peretti a 14 anni e 241 giorni nella prova dei 500 metri del pattinaggio velocità a Lake Placid ’80 e Giordano Abbondati a 15 anni e 249 giorni nel singolo del pattinaggio di figura a Innsbruck ’64. I più anziani sono stati Sabina Valbusa a 38 anni e 35 giorni nella staffetta femminile dello sci nordico a Vancouver 2010 e Fabio Alverà a 46 anni e 257 giorni nel torneo di curling di Torino 2006.

Primi azzurri medagliati, Nino Bibbia oro nello skeleton il 4 febbraio del 1948 a Sankt Moritz, e Giuliana Chenal-Minuzzo bronzo nella discesa libera il 17 febbraio del 1952 a Oslo. La prima donna campionessa olimpica, Erika Lechner nello slittino il 13 febbraio del 1968 a Grenoble. I più giovani medagliati azzurri, Arianna Fontana a 15 anni e 313 giorni, bronzo nella staffetta dello short track a Torino 2006, e Maurizio Carnino a 18 anni e 357 giorni, oro nella staffetta dello short track a Lillehammer ’94.

La più giovane italiana campionessa olimpica Paoletta Magoni nello slalom speciale di Sarajevo ’84: aveva 19 anni e 155 giorni. Gli italiani piu’ anziani saliti sul podio a cinque cerhci, Gerda Weissensteiner nel bob a due, bronzo a Torino 2006, all’eta’ di 37 anni e 48 giorni, e Maurilio ‘Grillo’ De Zold a 43 anni e 150 giorni, oro con la mitica staffetta 4x10km dello sci nordico a Lillehammer ’94.

Stefania Belmondo a 33 anni e 26 giorni resta la più ‘anziana’ campionessa olimpica: nel 2002 a Salt Lake City quando vinse la 15 km. L’Italia ha organizzato gia’ due edizioni dei Giochi olimpici invernali, nel 1956 a Cortina d’Ampezzo e nel 2006 a Torino, e si appresta ad organizzare quella gia’ assegnata del 2026 a Milano e Cortina d’Ampezzo.