“Le tracce che mi aspetto per la prima prova della maturità”

AGI – “Copiate? Non si può, non si dice ma prof lasciategliela godere a questi ragazzi”. Matteo Salvini dedica una diretta sui social – la prima su TikTok, rivendica – ai ragazzi che domani affronteranno la maturità. Tra il serio e molto faceto, il leader della Lega avanza pronostici sulle tracce per i temi, alcuni decisamente improbabili, come quello sul Milan, altri più vicini alla realtà, come quello su Ucraina e cambiamento climatico.

Una diretta partecipata da chi applica dei filtri sul viso o sulla testa del leader della Lega, che si ritrova ora con un cappellino da baseball, ora con un paio di occhiali da sole, ora con una coroncina o un sombrero con tanto di baffoni, non senza una divertita sorpresa da parte di Salvini.

Camicia bianca aperta sul collo, Tau francescano ben in vista, e tazzina di caffè in mano, Salvini si intrattiene per un quarto d’ora passeggiando per il salotto di casa. Nell’inquadratura dello smartphone, alle sue spalle, compare talvolta anche Francesca Verdini, che al termine lo aiuterà a chiudere la diretta su TikTok, e gli altri social network, senza però entrare in campo. Salvini, come nel ‘promo’ diffuso in prima serata, accenna anche a qualche strofa di ‘Notte prima degli esamì e spazia a tutto campo.

Dalle possibili tracce alle strategie per affrontare lo scoglio (“pronti a copiare? Non si fa, non si dice ma domani quando escono le tracce sicuramente un’occhiata alla compagna o al compagno più in gamba… prof, lasciategliela godere… e non consegnate troppo presto, prendetevi tutto il tempo”), a quale tema potrebbe essere assegnato (“Ungaretti, Montale, Quasimodo, D’Annunzio, sicuramente, se avrete un pò di vuoto, buttarsi sull’attualità e dare una sbirciata – ripete – al banco di quello o di quella di fianco”).

La passeggiata-conversazione prosegue e il leader leghista tesse le lodi “di queste ore che ricorderete come le più belle della vostra vita”.

 Oltre a “il Milan e questo scudetto eccezionale” Salvini per i temi punta su “Ucraina, geopolitica, le migrazioni, il cambiamento climatico” e qui annota: “Non piove più, e questo dipende dal buon Dio più che da altri”. “… andrà tutto bene… eh, l’hanno detto nei mesi passati… dai, diciamo che vi auguro di godervela”, risponde a chi interagisce con lui sui social.

“Scegliete subito appena aprono la busta e scrivete, non state lì a farvi tante menate”, suggerisce Salvini e c’è spazio anche per l’idiosincrasia del leader lumbard proprio per alcuni classici: “Vogliamo parlare della Divina Commedia? Vogliamo parlare dei Promessi Sposi? Da allora non li ho più riletti perchè mi venivano a nausea. E impara a memoria la terzina, il capitolo, il canto… Ti fanno passare la voglia quando fanno così…”.

Vibrante, in finale di collegamento, un appello meno drammatico delle apparenze: “Posso chiedervi una cortesia? Non violentate, non stuprate, non vilipendete, non oltraggiate il con-giun-ti-vo. Per favore. Vi affido il congiuntivo. è così bello. La consecutio, il congiuntivo, il condizionale. qualche avverbio, qualche aggettivo. Me cadono i ball quando qualcuno sbaglia il congiuntivo e sento anche giornalisti, politici, professoroni che lo fanno. Puoi cadere su tutto ma non sul congiuntivo”.