Le truppe russe sono a 32 chilometri da Kiev

AGI –  Il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, ha affermato che nel primo giorno di guerra sono morti almeno 137 cittadini ucraini. “Centotrentasette eroi, i nostri cittadini” hanno perso la vita, ha detto in un video pubblicato sul sito web della presidenza, aggiungendo che altri 316 ucraini sono rimasti feriti nei combattimenti. La cronaca della prima giornata.

Zelensky ha poi affermato di ritenere che forze di sabotaggio russe siano entrate Kiev. “Secondo le nostre informazioni, il nemico mi ha contrassegnato come obiettivo numero 1 e la mia famiglia, come obiettivo numero 2. Vogliono distruggere politicamente l’Ucraina distruggendo il capo di stato. Secondo le nostre informazioni gruppi di sabotaggio nemici sono entrati a Kiev. Resto nella zona del governo insieme ad altri”.

Le sanzioni della Ue

I capi di Stato e di Governo dei Ventisette Paesi dell’Unione europea si sono presentati a Bruxelles, al Consiglio europeo straordinario, decisi a punire la Russia e il suo presidente, Vladimir Putin, per aver mandato “in frantumi la pace nel Continente europeo”. L’obiettivo è colpire Mosca dove fa più male, isolandola economicamente dall’Occidente, che rappresenta la sua fetta più grande di mercato.

Ma senza danneggiare eccessivamente le imprese europee e, soprattutto, lasciando nel cassetto qualche cartuccia in più da poter sparare nel caso Putin decidesse di alimentare ulteriormente la sua egemonia ai danni di Kiev ed Europa

“Avranno un impatto pesante e peggioreranno la situazione economica del Paese già in sofferenza”. “Sopprimeranno la crescita economica, aumenteranno il costo del debito, aggraveranno l’inflazione e intensificheranno la fuga di capitale ed eroderanno gradualmente le sue basi industriali”, ha detto von der Leyen del pacchetto che ha presentato ai leader.