Le ville e gli yacht degli oligarchi russi ‘congelati’ in Italia

AGI – Ville da sogno in riva al lago di Como o alle acque cristalline della Costa Smeralda e mega-yacht di lusso ormeggiati in Liguria: sono questi i beni congelati dalla Guardia di Finanza a oligarchi russi inseriti nella lista nera dell’Ue dopo l’invasione dell’Ucraina.

Il congelamento comporta il blocco preventivo della fruizione del bene, compresi tra l’altro la vendita, l’affitto e le ipoteche. Viene deciso dal Comitato di sicurezza economico-finanziario con sede presso il ministero dell’Economia e delle finanze sulla base degli accertamenti effettuati in tutta Italia dalla Guardia di Finanza. In totale sono 680 gli oligarchi e funzionari russi finiti nel mirino delle sanzioni Ue.

Villa in Costa Smeralda dell’oligarca Alisher Usmanov, azionista di maggioranza di Metalloinvest ed ex direttore generale di Gazprom Invest, amico di Vladimir Putin. Situato nel Golfo del Pevero, il compendio immobiliare congelato ha un valore stimato di 17 milioni di euro. Usmanov è di casa in Gallura tanto da essere cittadino onorario di Arzachena ed è noto come benefattore, per aver regalato due ambulanze al Comune, ma soprattutto per la vita mondana nelle sue proprietà da sogno.

In una di queste, il Ferragosto di dieci anni fa, si esibì anche Sting. Oltre alle ville sarde, a Usmanov è stato sequestrato il mega yacht di 156 metri Dilbar, considerato il sesto più lungo del mondo, in un cantiere ad Amburgo. 

Villa Lazzareschi di Oleg Savchenko a Capannori, in provincia di Lucca. La villa seicentesca è stata acquistata nel 2018 per tre milioni di euro. Sorge al culmine di un poggio a cui si accede da un viale alberato che conduce a un maestoso cancello settecentesco.

Villa sul Lago di Como di Vladimir Roudolfovitch Soloviev del valore di circa 8 milioni di euro, a pochi passi dalla residenza di George Clooney. Soloviev è un conduttore televisivo di 58 anni molto vicino al Cremlino.

Yacht Lena di Gennady Nikolayevich Timchenko, proprietario di Volga Group e amico trentennale di Putin. Il panfilo di 52 metri ha un valore di 50 milioni di euro ed è ormeggiato nel Portosole di Sanremo.

Yacht “Lady M” di Alexey Alexandrovits Mordaschov, principale azionista e presidente di Severstal, un conglomerato russo con interessi nel metallo, energia e miniere. La sua famiglia è considerata la più ricca della Russia. Localizzato nel porto di Imperia, lo yacht è lungo oltre 60 metri vale 65 milioni di euro. 

 

In Costa Smeralda oltre alle ville di Usmanov ci sono anche altri miliardari russi frequentatori con il loro mega yacht dell’esclusivo paradiso delle vacanze. Mentre i beni immediatamente individuabili, come le ville di Usmanov, sono state automaticamente ‘congelate’ subito dopo la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale delle sanzioni, altre proprietà, intestate a società di comodo o a persone non immediatamente collegabili agli oligarchi, devono essere ancora cercate.

Un lavoro complesso quello dei finanzieri che stanno effettuando accertamenti per risalire i veri titolari di beni immobili e mega yacht anche con il supporto del reparto aeronavale. Sulle attività in atto gli inquirenti mantengono il massimo riserbo, ma si sa che si stanno effettuando verifiche su società costituite all’estero, alle quali potrebbero essere intestate proprietà immobiliari nell’isola.