L’Inter ne fa 8 alla Pergolettese, tris Napoli al Girona

MILANO (ITALPRESS) – Ci vorrà ancora un pò di tempo prima di salutare Alexis Sanchez, ormai con più di un piede fuori dall’Inter ma non ancora ufficialmente. Non è bastato l’incontro di due ore tra Ausilio e il suo agente Felicevich, ci sono ancora dei dettagli da limare prima di risolvere il contratto. Sanchez non ha preso parte all’allenamento congiunto che la squadra, sotto gli occhi dell’intera dirigenza, ha svolto insieme alla Pergolettese. La partita è finita 8-0: nel primo tempo, terminato 6-0, sono andati a segno Lautaro (2′, 23′), D’Ambrosio (5′), Dzeko (10′) e Gagliardini (36′), più un’autorete (20′). Nella ripresa i gol di Calhanoglu (58′) e Lukaku (80′). Il prossimo appuntamento è fissato per sabato a Pescara contro il Villarreal, ultimo test precampionato prima del via ufficiale della stagione.

In campo a Castel di Sangro, invece, il Napoli che ha sconfitto 3-1 gli spagnoli del Girona. Spalletti lancia Kim in difesa, al fianco di Rrahmani; in avanti tridente Politano-Osimhen-Lozano. Parte dalla panchina Kvaratskhelia, che entrerà pochi minuti dopo al posto di Politano, costretto ad abbandonare al 24′ il terreno di gioco per un risentimento al polpaccio sinistro. Il match si sblocca al 27′: con un autorete del Girona, con David Lopez che manda la sfera nella sua porta provando ad evitare che un cross di Lozano giunga al bomber Osimhen. Nella ripresa la reazione degli spagnoli con Castellanos, parità. Nei minuti finali, però, gli azzurri si scatenano e trovano il nuovo vantaggio con un diagonale di Petagna (77′). All’80’ il tris con una penalty trasformato da Kvaratskhelia. “Ci sono delle cose sviluppate molto bene come il pressing iniziale, poi però siamo un attimo andati giù di ritmo – l’analisi a fine gara di Spalletti – Ovviamente questo test va considerato come un percorso di allenamento per la condizione generale. Nel secondo tempo quelli che sono entrati lo hanno fatto molto bene. Ma abbiamo avuto occasioni chiare da gol anche nel primo tempo ed è chiaro che se non vai in rete poi rischi successivamente. Questi test vanno comunque intesi nell’ottica di una preparazione atletica e quindi tutti avranno spazio”.
– foto Image –
(ITALPRESS).