L’uomo che ha ucciso a calci un gattino ha aggredito un medico e un infermiere

AGI – L’uomo che nei giorni scorsi ha ucciso a calci un gattino nel centro storico di Lecce ha aggredito un medico e un infermeire all’ospedale Vito Fazzi di Lecce. Gli agenti del posto fisso di polizia e i carabinieri sono intervenuti subito per bloccare Luka Klanjscek, sloveno di 29 anni fermato nei giorni scorsi dalla polizia locale di Lecce per aver brutalmente aggredito e ucciso a calci un gatto di comunità.

L’uomo, ricoverato presso il nosocomio leccese, ha improvvisamente sfogato la propria furia contro un infermiere di 42 anni e contro il medico di turno, entrambi rimasti feriti.

Intanto a Pierluigi, il gattino ucciso, è stato dedicato un albero pieno di vita, nel cuore di piazzetta Fanfulla a Lecce. Attaccata all’albero, la foto del micio.  Il video che riprendeva le fasi dell’ uccisione del micio era diventato virale scatenando lo sdegno dell’intera comunità.