Malta, Ue chiede identificazione persone coinvolte omicidio Galizia

LA VALLETTA (MALTA) (ITALPRESS/MNA) – Il Consiglio d’Europa ha rinnovato il suo appello alle autorità maltesi per identificare tutte le persone coinvolte nell’assassinio della giornalista Daphne Caruana Galizia, accertare le responsabilità e che sia fatta giustizia. La dichiarazione del Consiglio d’Europa è stata pubblicata nello stesso giorno in cui il vice procuratore generale maltese ha affermato in tribunale che probabilmente c’erano altre persone coinvolte. In un rapporto pubblicato a seguito della visita a Malta nell’ottobre 2021, il commissario per i diritti umani del Consiglio d’Europa Dunja Mijatovic ha affermato che il governo maltese dovrebbe mettere in atto le raccomandazioni sulla salvaguardia della libertà dei media e sulla sicurezza dei giornalisti, sulla protezione delle vite e dignità di rifugiati, richiedenti asilo e migranti e rafforzamento dei diritti delle donne. Mijatovic ha spiegato che “la massima priorità per il governo dovrebbe essere quella di avviare riforme legislative e di altro tipo vitali per attuare pienamente le raccomandazioni del rapporto d’indagine che ha ritenuto lo Stato responsabile dell’assassinio di Caruana Galizia e per conformarsi agli standard internazionali.
Il coinvolgimento effettivo della società civile in questo processo e la garanzia di responsabilità e trasparenza in tutte le fasi sono fondamentali”. Mijatovic ha chiesto un’azione coordinata contro le minacce ai giornalisti e ha anche avvertito che l’adozione di una nuova legge per fornire una maggiore protezione non dovrebbe comportare interferenze dallo stato nella regolamentazione della loro professione e invita la comunità giornalistica ad adottare un efficace sistema di auto regolamentazione.
(ITALPRESS).