Mattarella: “Dall’Italia sostegno attivo alla resistenza” ucraina

AGI – “Siamo solidali nelle ragioni degli ucraini, li stiamo attivamente sostenendo nella resistenza, ma serve impegno anche nell’accoglienza, sperando che possiamo alleviare le loro sofferenze”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, rispondendo a una domanda sui profughi ucraini, durante l’incontro al Quirinale con Roberta Metsola.

In un video il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha dichiarato: “Per salvare le persone che si trovano nei sotterrainei di Azovstal, fra cui donne e bambini, dobbiamo mantenere il cessate il fuoco”:aggiungendo che “la parte ucraina è pronta” a farlo. “Serve tempo per far uscire la gente da questi sotterranei”, ha sottolineato Zelensky.

Per i prossimi tre giorni le Forze armate russe apriranno un corridoio umanitario nel territorio dell’acciaieria di Azovstal a Mariupol “per evacuare i civili”. La decisione è stata resa nota dal quartier generale russo per la risposta umanitaria e diffusa dall’agenzia Tass.

Nei giorni 5, 6 e 7 maggio dunque “le attività militari cesseranno” e le unità militari “saranno ritirate a distanza di sicurezza”, assicura l’esercito russo, aggiungendo che i civili in uscita potranno scegliere qualunque direzione, sia verso il territorio della Federazione Russa e sia nelle aree controllate dalle autorità di Kiev.