Michel chiama Putin: guerra inaccettabile. Mosca: “L’obiettivo è il pieno controllo del Sud”

AGI – La guerra in Ucraina e la sua “sicurezza a lungo termine” verranno discussi il 26 aprile in una riunione guidata dal segretario alla Difesa americana, Lloyd Austin, con i partner della Nato ma anche con Paesi non membri dell’Alleanza atlantica. Lo ha annunciato il portavoce del Pentagono, John Kirby, in un briefing con la stampa lasciando intendere che Washington guarda all’Ucraina con un orizzonte lungo termine. Il vertice, ha però tenuto a sottolineare, “non sarà sulla ricostruzione”.

La scelta della base Air Force di Ramstein, nel Sud della Germania, come sede dell’incontro allargato ha un valore altamente simbolico per gli Stati Uniti: è stata la base europea della ‘war on terror’, la guerra al terrorismo guidata dagli Usa.

Spesso snobbato dai media americani, è considerato da Washington l’hub fondamentale nella guerra con i droni, oltre a essere la base dell’aviazione più importante fuori dagli Stati Uniti. Da qui sono partiti attacchi per l’Afghanistan e cargo carichi di munizioni per raid aerei in Siria e Iraq. E’ qui che la Polonia ha detto di essere pronta a trasferire tutti i suoi Mig-29 e a metterli a disposizione degli americani.

Today, I am announcing another $800 million to further augment Ukraine’s ability to fight in the East.

This package will include heavy artillery weapons, dozens of howitzers, and 144,000 rounds of ammunition to go with them. It also includes more tactical drones.

— President Biden (@POTUS)
April 21, 2022