Missile lanciato dagli Houthi colpisce mercantile americano

AGI – Una nave mercantile di proprietà degli Stati Uniti è stata colpita da un missile al largo delle coste dello Yemen, secondo l’Agenzia di sicurezza britannica e una società di rischio marittimo. Secondo Ambrey, una compagnia britannica specializzata in rischi marittimi, è scoppiato un incendio a bordo della nave portarinfuse di proprietà degli Stati Uniti, battente bandiera delle Isole Marshall, ma la nave è ancora idonea alla navigazione.

La compagnia “ha valutato che l’attacco ha preso di mira interessi statunitensi in risposta agli attacchi militari statunitensi contro le posizioni militari Houthi nello Yemen”, ha detto Ambrey, aggiungendo che la nave è stata “valutata non affiliata a Israele”. La nave colpita, riporta Associated Press, è a Gibraltar Eagle, battente bandiera delle Isole Marshall. La nave è di proprietà di Eagle Bulk, una società con sede a Stamford, nel Connecticut, quotata alla Borsa di New York. Al momento la società non ha commentato la notizia. 

Usa, missile sul mercantile lanciato dagli Houthi; non ci sono feriti

Il missile è stato lanciato dagli Houthi, si legge in un post su X del Comando unificato delle forze armate degli Stati Uniti. “Il 15 gennaio, intorno alle 16:00 (ora di Sanaa), i militanti Houthi sostenuti dall’Iran hanno lanciato un missile balistico antinave dalle aree dello Yemen controllate dagli Houthi e hanno colpito la M/V Gibraltar Eagle, una nave battente bandiera delle Isole Marshall e di proprietà degli Stati Uniti”, si legge nel post. La nave non ha riportato danni significativi e sta proseguendo il suo viaggio”, aggiunge il Comando Usa secondo cui non ci sono stati feriti.

Intanto è stata udita una esplosione vicino a aeroporto yemenita di Hodeida.