Molinari campionessa d’Europa U.17 nel Fioretto, bronzo Giordani

ROMA (ITALPRESS) – D’oro e di bronzo. E’ così per l’Italia la sesta giornata dei Campionati Europei Giovani e Cadetti di Novi Sad 2022, la prima dedicata agli Under 17: lo show delle azzurrine del fioretto femminile si materializza con Matilde Molinari che si laurea campionessa d’Europa e con Sofia Giordani che sale sul terzo gradino del podio. Un trionfo italiano la gara delle fiorettiste alla Spens Arena. Archiviato con un bottino di sette medaglie il programma Under 20, la kermesse continentale in Serbia riparte con le emozioni dei Cadetti e le lacrime di gioia dell’atleta della Comini Padova, che festeggia il titolo europeo abbracciando la sua maestra Francesca Bortolozzi, che l’ha guidata a fondo pedana anche a Novi Sad, prima che si uniscano alla festa mamma Michela e papà Manuele, commossi in tribuna. Una gioia condivisa con la compagna di squadra Sofia Giordani del Club Scherma Jesi, anche lei guidata dalla sua maestra Maria Elena Proietti Mosca (alla guida degli Under 17 del fioretto con il collega Stefano Barrera sino a fine manifestazione), che si mette al collo un bronzo prezioso e meritato.
Matilde Molinari ha vinto la finale per l’oro contro l’ungherese Jazmin Papp: bravissima a recuperare un iniziale gap di 0-3 e a impadronirsi dell’incontro, l’azzurrina ha chiuso 15-10 e fatto risuonare per la terza volta in sei giorni l’Inno di Mameli in terra serba. In semifinale la Molinari aveva preso il comando del match tutto italiano fin dalle prime stoccate, chiudendo in suo favore l’assalto per 14-6 e dirottando la Giordani sul terzo gradino del podio.
Al derby azzurro di semifinale s’era arrivati dopo un cammino esaltante sia per la patavina che per la jesina. Matilde Molinari, dopo sei vittorie in altrettanti assalti nella fase a gironi, aveva ottenuto di diritto il pass per il tabellone da 32, dove ha sconfitto con un netto 15-7 la greca Ballou e nel match successivo s’è trovata ad affrontare la prima sfida tutta tricolore di giornata, contro un’altra veneta, la veneziana della DLF Greta Collini, imponendosi per 15-9. La certezza del podio per la Molinari è arrivata grazie al largo successo, 12-11, sulla turca Anbarlilar.
Parallelamente viaggiava verso la zona medaglie anche Sofia Giordani. La marchigiana, 5 vittorie e una sola sconfitta al girone, ha dominato uno dopo l’altro gli incontri con la moldava Vovcenco (15-3), la polacca Nowakowska (15-4) e la ceca Illekova (15-5), conquistando così un posto tra le “top 8”. Nei quarti di finale è poi arrivata un’autentica prova di forza, con il successo per 15-8 sulla testa di serie numero 1 del tabellone ad eliminazione diretta, la francese Audibert, che nel turno precedente aveva sconfitto Beatrice Pia Maria Bibite,
livornese del Fides, che ha concluso la sua gara in 14esima posizione, alle spalle di Greta Collini che ha chiuso invece 12esima.
Nella sciabola maschile il migliore degli azzurrini è stato Edoardo Reale, 14esimo. L’atleta di Frascati, dopo 4 vittorie e una sconfitta, ha superato con un duplice 15-11 prima il rumeno Radu e poi il tedesco Geiger. Nel match che valeva l’accesso ai “top 8”, però, Reale è stato sconfitto 15-12 dal francese Guilley.
Al turno precedente, quello dei 32, s’erano invece fermati gli altri sciabolatori italiani, Antonio Aruta e Marco Stigliano, napoletani della Champ, e il foggiano del Dauno, Davide Cicchetti.
Domani, nella settima giornata dei Campionati Europei Giovani e Cadetti di Novi Sad 2022 continuano le gare Under 17 con il fioretto maschile e la spada femminile. Per l’Italia in pedana i fiorettisti Mattia De Cristofaro, Matteo Iacomoni, Francesco Spampinato e Andrea Zanardo. Tra le spadiste, invece, saranno impegnate Allegra Cristofoletto, Eleonora Orso, Elisa Treglia e Federica Zogno.
(ITALPRESS).