Home Cronaca NEONATO MORTO A TORINO, LA RABBIA DEI GENITORI “CI HAN DETTO CHE...

NEONATO MORTO A TORINO, LA RABBIA DEI GENITORI “CI HAN DETTO CHE ERA UN COLPO D’ARIA”

232
Condividi

NEONATO MORTO A , LA RABBIA DEI GENITORI “CI HAN DETTO CHE ERA UN COLPO D’ARIA”

Said El Hajjaj e Fatna Oumir, i genitori del piccolo Giacinto di 20 giorni deceduto mercoledì dopo un’inutile corsa in ospedale, raccontano ai nostri microfoni il dramma che li ha colpiti.

E intanto i medici del provano a riscostruire le cause dell’accaduto, fin dal primo ricovero del bimbo nella serata di lunedì, dove gli era stata diagnosticata una rinite “È stato un esame obiettivo e i parametri vitali erano tutti nella norma: una situazione che non lasciava presagire una evoluzione così drammatica” Ha commentato il dottor Savino Santovito, Direttore della Pediatria dell’ospedale di Torino “In attesa del referto autoptico e delle risultanze microbiologiche possiamo dire che il bimbo è stato portato all’ospedale per tosse e riferita difficoltà respiratoria nella notte, dopo aver assunto il latte”. Il direttore sottolinea che non c’è stato “nessun riferimento ad eventuali svenimenti o perdite di coscienza del piccolo né a temperatura febbrile” e che “il medico ha eseguito l’esame obiettivo del paziente, descrivendo buone condizioni generali”.

Sulla vicenda, la Procura di Torino ha aperto un fascicolo, al momento a carico di ignoti, per omicidio colposo.

NEONATO MORTO A TORINO, LA RABBIA DEI GENITORI “CI HAN DETTO CHE ERA UN COLPO D’ARIA” ultima modifica: 2019-02-21T19:02:12+01:00 da Redazione Rete 7