Home Eventi Nuove regole per gli eventi nel Parco del Po torinese

Nuove regole per gli eventi nel Parco del Po torinese

9
Condividi

Un nulla osta specifico garantirà la necessaria tutela dell’ambiente, soprattutto nelle aree più sensibili come i siti della rete Natura 2000

Col nuovo anno, e in attesa della bella stagione, l’Ente di gestione del Parco del Po torinese ha comunicato che per organizzare eventi e manifestazioni nell’area protetta è necessario chiedere uno specifico nulla osta. E’ una misura necessaria ed efficace per la tutela dell’ambiente e in linea con i principi istitutivi dell’Ente, soprattutto rivolta alle aree più sensibili e normate da leggi della e dello Stato, come i siti della rete Natura 2000 in gestione all’ente, tra i quali la Zona Speciale di Conservazione (in passato denominata Sito di Interesse Comunitario) della Collina di Superga.

L’Ente parco ha infatti approvato con Decreto del Presidente n. 47 del 26/09/2014 un Regolamento che stabilisce i criteri di rilascio del proprio assenso allo svolgimento di manifestazioni negli undici siti della Rete Natura 2000 nelle aree protette del Po torinese: le riserve naturali del Baraccone, della Confluenza Po-Maira, della Lanca di San Michele, del Po Morto di Carignano, della Lanca di Santa Marta (Confluenza Po-Banna), della Collina di Superga, del Bosco del Vaj e Bosc Grand, della Confluenza Po-Orco-Malone, del Baraccone (Confluenza Po-Dora Baltea), dell’Isolotto del Ritano (Dora Baltea), del Mulino Vecchio, del Meisino (Confluenza Po-Stura di Lanzo).

Nel regolamento si fa una distinzione tra le manifestazioni, i raduni o gli eventi sportivi e ricreativi che per le loro peculiarità, necessitano di un’analisi dettagliata da parte dell’Ente e quelle che, per lo scarso impatto sugli habitat o sulle specie protette, si possono svolgere senza necessità di un parere dell’ente parco.

L’assenso non è necessario per gli eventi che si svolgono sulla normale viabilità asfaltata e aperta al traffico ai sensi del codice della strada, che rispettano il codice stradale e che prevedono l’occupazione da parte del pubblico delle sole banchine e aree già attrezzate. Sono peraltro automaticamente assentiti gli eventi di tipo podistico ed equestre che prevedono un numero inferiore ai 100 partecipanti e che si svolgono sulla viabilità anche chiusa al traffico automobilistico o sui sentieri (fatti salvi i diritti di terzi), e quelli che riguardano i natanti non a motore con un numero inferiore alle 50 imbarcazioni.

Qualora necessaria, la richiesta di assenso deve essere inviata al parco con almeno 90 giorni di anticipo rispetto alla data fissata per il loro svolgimento.

Per capire in dettaglio quando occorre l’assenso dell’ente: Regolamento per l’assenso alle manifestazioni nei Siti della Rete Natura 2000 affidati all’ente di gestione delle Aree Protette del Po Torinese; tale regolamento verrà integrato a breve.

Per ulteriori informazioni e richieste contattare l’Ufficio Tecnico dell’Ente Parco: tecnico@parcopocollina.to.it oppure Roberto Damilano (Responsabile) 011/4326526, Sandra Buzio 011/4326554, Manuela Genesio 011/4326529, Andrea Insalata 011/4326528, Francesco Mastrosimone 011/4326551.

Nuove regole per gli eventi nel Parco del Po torinese ultima modifica: 2019-01-10T12:02:01+02:00 da Redazione Rete 7