Home Cronaca OMICIDIO CONFESSATO SUI SOCIAL, PASTORE RISCHIA ORA PREMEDITAZIONE

OMICIDIO CONFESSATO SUI SOCIAL, PASTORE RISCHIA ORA PREMEDITAZIONE

94
Condividi

OMICIDIO CONFESSATO SUI SOCIAL, PASTORE RISCHIA ORA PREMEDITAZIONE

Verrà eseguita venerdì l’autopsia sul corpo di Yoan Leonardi, il ventitreenne ucciso a coltellate a () dal coetaneo , che dopo l’omicidio ha confessato con un post su Facebook e un video su Instagram. La procura sta valutando l’ipotesi di contestare la premeditazione.

Ieri Pastore si è avvalso della facoltà di non rispondere al pm: ha però già fatto sapere che si sottoporrà all’interrogatorio del gip all’udienza di convalida.

Pastore avrebbe ucciso Leonardi, considerato il suo migliore amico, perché convinto che il giovane avesse convinto la fidanzata Sara a lasciarlo lo scorso aprile. Invece secondo alcuni conoscenti comuni Yoan – che a sua volta era legato sentimentalmente a un altra ragazza – era intervenuto solo per evitare che Alberto continuasse a tormentare la sua ex.

OMICIDIO CONFESSATO SUI SOCIAL, PASTORE RISCHIA ORA PREMEDITAZIONE ultima modifica: 2019-08-27T13:51:56+02:00 da Redazione Rete 7