“Omicron in ritirata”, Javid spiega il liberi tutti britannico

AGI – Dal 27 gennaio in Gran Bretagna non saranno più obbligatori il pass vaccinale, sebbene le singole aziende potranno ancora imporlo, e la mascherina, che rimarrà “consigliata” nei luoghi affollati. Lo ha annunciato in conferenza stampa il ministro della Salute, Sajid Javid, spiegando la revoca delle restrizioni del “Piano B” contro il Covid-19.

L’obbligo di mascherina nelle aule scolastiche sarà revocato già domani, ha riferito il ministro.

Termina con effetto immediato l’obbligo di telelavoro, sebbene le aziende che vorranno ancora avvalersene potranno imporlo.
Secondo Javid, la variante Omicron del nuovo coronavirus “è in ritirata”, con il tasso di mortalità “in forte calo” e i ricoveri in terapia intensiva “tornati agli stessi livelli dello scorso luglio”.

Il governo britannico, ha detto il ministro, presenterà la prossima primavera un piano di convivenza con il Covid-19, “con il quale dovremo convivere come conviviamo con l’influenza”. 

Dopo la revoca delle misure del ‘Piano B’, ha annunciato Javid, saranno “ritirate ulteriori restrizioni, tra le quali alcune che riguardano le visite nelle case di riposo”. Se il ritorno al ‘Piano A’ è un passo “enorme”, ha proseguito il ministro, “non siamo giunti alla fine della strada, e ci saranno scossoni sulla strada”. “Arriveranno nuove varianti e occorrerà essere vigili sulle nuove varianti”, ha detto ancora Javid.

La Gran Bretagna “ha somministrato più richiami” del vaccino contro il Covid-19 “di qualsiasi altro grande Paese europeo”.

“Abbiamo un programma di test più grande di qualsiasi altro Paese europeo e abbiamo somministrato più antivirali di qualsiasi altro Paese europeo”, ha affermato Javid, “questo perché siamo il Paese più aperto d’Europa”.

“Da quando abbiamo annunciato il ‘Piano B’ abbiamo somministrato 15 milioni di richiami, stracciando ogni record, con 6 milioni di dosi in un solo giorno”, ha aggiunto Javid.