Pestato a morte un ventenne dopo una lite in discoteca a Palermo

AGI – Si chiama Francesco Bacchi, il ventenne morto questa notte in ospedale a Partinico (Palermo) per le lesioni riportate dopo una rissa scoppiata all’interno della discoteca Medusa, in via Palermo a Balestrate, un comune nel Palermitano.

Sul posto stanno ancora effettuando i rilievi i carabinieri della compagnia di Partinico coordinati dalla Procura della Repubblica di Palermo. La vittima è il figlio di Benedetto Nini Bacchi, imprenditore nel campo delle scommesse in passato coinvolto nell’inchiesta ‘game over’.

Secondo i primi riscontri Bacchi junior sarebbe stato coinvolto in una rissa iniziata all’interno del locale e proseguita all’esterno. Nel corso della lite avrebbe ricevuto alcuni colpi alla testa. I militari che indagano stanno sentendo diversi testimoni e acquisendo le immagini degli impianti di video sorveglianza della zona. Il corpo del ventenne si trova nella sala mortuaria dell’ospedale di Partinico.

“Si resta sgomenti davanti a queste notizie che si ripetono ogni fine settimana in tutta la provincia di Palermo. Alcuni ragazzi non vanno in discoteca solo per divertirsi, ma per provocare risse”. Così il sindaco di Balestrate, Vito Rizzo, commentando la rissa di stanotte alla discoteca Medusa, a Balestrate, culminata con la morte del ventenne Francesco Bacchi.

“Davvero – aggiunge – non riusciamo a comprendere cosa succede ai nostri giovani”. La discoteca Medusa è aperta da circa un mese, secondo il primo cittadino, e non si erano registrate segnalazioni di risse. “Ma – continua – l’uso di alcolici all’esterno del locale, portati da chi viene da fuori per trascorrere la serata, e tra alcol e droga il mix può scatenare le risse. Il nostro paese è accogliente. Una notizia del genere distrugge anni di lavoro. La discoteca è stata sempre controllata. Sono situazioni – conclude – fuori controllo”.