Pfizer ha chiesto l’autorizzazione per un vaccino per i bambini sotto i 5 anni

AGI – Pfizer e BioNTech si accingono a chiedere all’ente regolatore americano l’autorizzazione per l’uso in emergenza del loro vaccino anti-Covid per i bambini fra sei mesi e 5 anni. Lo riportano i media statunitensi. La richiesta potrebbe essere presentata oggi stesso, viene precisato.

Negli Usa i ricoveri per Covid nei reparti di pediatria hanno raggiunto un record a dicembre con la rapida diffusione della variante Omicron. Il mese scorso la Food and Drug Administration ha dato il via libera al booster della Pfizer per gli over 12 anni.

La richiesta di autorizzazione per i bambini di età inferiore o pari a 5 anni prevede due dosi, ma Pfizer e BioNTech proseguono le sperimentazioni per la somministrazione di 3 dosi. “Sappiamo che due dosi non sono sufficienti e quindi andiamo avanti”, ha detto una fonte al Washington Post.

“Siamo vicini a un vaccino per i bambini sotto i 5 anni. Purtroppo molti di loro si stanno ammalando, avere un vaccino significa avere un’arma in piu'”. Lo ha affermato Andrea Costa, sottosegretario alla Salute a ‘Start’ su Sky Tg24.

Prima di fine marzo via le mascherine all’aperto

“Le mascherine all’aperto si potranno togliere prima del 31 marzo – ha sottolineato il sottosegretario – credo che già nelle prossime settimane, almeno per quanto riguarda le zone bianche, ci potranno essere le condizioni per iniziare a togliere le mascherine all’aperto“. 

Dad per non vaccinati e norme che semplificano

“Non c’è dubbio che sulla scuola dobbiamo assolutamente semplificare e uniformare, stiamo procedendo in un percorso condiviso con le Regioni e sicuramente arriveranno norme che semplificheranno”. Lo ha detto Andrea Costa su Rai Radio1 a ‘Radio anch’io’.

“La dad solo per gli studenti non vaccinati è un’ipotesi: credo che si possa arrivare a questo risultato”, ha concluso Costa.