Porto Torres, confessa il killer del suocero. Gravi le due donne ferite

AGI – Sono a rischio di vita le due donne ferite gravemente ieri notte a Porto Torres da Fulvio Baule che ha ucciso il suocero Basilio Saladdino. In un primo momento si pensava che la suocera di Baule non avrebbe superato la notte. La signora Saladdino e la figlia sono state messe in coma farmacologico e rimarranno in osservazione per le prossime 72 ore.

I due gemelli, figli di Baule e dell’ex moglie, sono stati affidati da ieri notte alle cure di amici di famiglia, vicini di casa di Saladdino. Fulvio Baule è stato interrogato ieri notte e dopo la confessione, trasferito nel carcere di Bancali. Nessun reato precedente a suo carico, ma a seguito della separazione dalla moglie erano sorti dei problemi e lei con i due bambini era tornata nella casa di famiglia a Porto Torres.

La salma di Basilio Saladdino sarà restituita ai familiari a seguito dell’esame autoptico non ancora fissato. I rapporti tra Fulvio Baule e il suocero Basilio Saladdino si erano raffreddati a seguito delle discussioni avute durante il battesimo dei gemelli avvenuto in agosto. I due non avevano avuto più contatti da allora e la situazione familiare era precipitata col provvedimento di separazione tra Baule e sua moglie che aveva stabilito l’assegno di mantenimento in 650 euro a favore della donna, l’affidamento dei bambini alla madre con diritto di visita al padre il martedì e giovedì dalle 18 alle 20 e due fine settimana esclusivi al mese.

Baule lamentava di non poter esercitare il diritto di visita perché la moglie – alla quale era stata concessa la casa di famiglia a Ploaghe – si era trasferita a Porto Torres dai genitori. Dopo il fine settimana passato con i gemelli, Fulvio Baule ieri sera aveva riportato i figli alla moglie Ilaria Saladdino a Porto Torres.

Durante l’ennesima discussione le aveva lanciato addosso i vestiti dei bambini e gli accessori del passeggino. Dalla finestra il padre di Ilaria aveva assistito alla scena e si era precipitato a difendere la figlia. Il diverbio si è quindi trasformato in tragedia con Baule che dalla sua auto prende l’ascia, uccide il suocero e si avventa sull’ex moglie e sulla suocera.

L’avvocato di Baule, Nicola Lucchi, ha esposto il racconto fatto dal suo assistito ieri sera durante l’interrogatorio a seguito del quale è stato disposto il trasferito al carcere di Bancali. Baule è stato definito dal suo avvocato una persona pacata, che non ha mai dato adito a comportamenti violenti e intende chiedere una perizia sulla capacità di intendere al momento del raptus omicida avuto ieri sera.

La situazione al momento rimane complessa perché la prognosi riservata per 72 ore di Ilaria Saladdino e di sua mamma Caterina lasciano aperti ancora diversi scenari ma per Fulvio Baule è certa l’interdizione perpetua della potestà genitoriale.