Putin: “Perseguiremo i nostri interessi con ogni mezzo”

AGI –  “La Federazione russa continuerà a lottare sempre per i suoi interessi nazionali: prima con mezzi pacifici, ma se questo non servisse, utilizzerà ogni mezzo disponibile”. Lo ha dichiarato il presidente russo, Vladimir Putin, parlando con i membri del Consiglio per i diritti umani, in videoconferenza.

 Putin ha avvertito che la minaccia di una guerra nucleare è “in aumento”, ma allo stesso tempo ha insistito sul fatto che Mosca “non ha mai parlato” di usare l’atomica che considera però uno “strumento di difesa” per rispondere a un eventuale attacco.  Poi ha accusato gli Stati Uniti di aver dispiegato  “in Paesi terzi armi tattiche nucleari” cosa che la Federazione “non ha fatto e non farà”.     

Però non c’è molto da rallegrarsi perchè  “l’operazione militare speciale in Ucraina può diventare un processo a lungo termine.  L’emergere di nuovi territori è un risultato significativo per la Russia, il Mare di Azov è diventato un mare interno, anche Pietro I aveva lottato per l’accesso a questo mare. Soprattutto”, ha proseguito Putin, le persone che vivono lì sono con noi e sono milioni, questo è il risultato più importante”.  

Il presidente ha poi garantito che  “la Russia non ha trasferito e non trasferirà armi nucleari a nessuno, ma difenderà i suoi alleati con tutti i mezzi disponibili. Parlare di un’ulteriore mobilitazione in Russia non ha senso – ha concluso –  non è necessaria”. 

Questa mattina il ministro degli Esteri di Mosca, Serghei Lavrov ha fatto una cauta apertura: “Se c’è una proposta seria su come fermare il conflitto in Ucraina, siamo pronti a parlarne, ma questa deve tenere in conto gli interessi della Russia”.

Pronta la replica del segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg. “Quello che stiamo vedendo ora è che la Russia sta cercando di imporre una sorta di congelamento a questa guerra, almeno per un breve periodo, in modo che possa riorganizzarsi, riparare, riprendersi e poi provare a lanciare una grande offensiva più grande la prossima primavera”.