Regionali Sicilia, Chinnici “Il mio impegno per una terra che amo”

PALERMO (ITALPRESS) – “Sono stata scelta dal Partito Democratico per la candidatura alle primarie della coalizione di centrosinistra in vista delle prossime elezioni regionali in Sicilia. Ringrazio il segretario nazionale Enrico Letta, il segretario regionale Anthony Barbagallo, la direzione, i circoli e tutti i militanti, per avermi affidato questa grande responsabilità, per avermi dato l’opportunità di costruire insieme a tutti voi una scelta, una storia nuova”. Così l’europarlamentare Pd Caterina Chinnici, in un videomessaggio dopo che il Pd l’ha scelta come candidata alle primarie della coalizione di centrosinistra in vista delle prossime elezioni regionali in Sicilia.
“So bene quanto è impegnativo tutto ciò – aggiunge -. Niente è stato facile, niente è facile per la Sicilia, per i siciliani e soprattutto per i giovani. Nei prossimi giorni e fino 23 luglio ci saranno momenti di incontro e di dialogo”. “Questa terra, la Sicilia, io la amo – sottolinea Chinnici -. I miei genitori, con il loro esempio, mi hanno insegnato ad amarla e a questo invito io rispondo con l’entusiasmo e lo spirito di servizio che ha sempre contraddistinto il mio impegno civico”.
“Se all’esito delle primarie i siciliani e le siciliane mi affideranno la guida della coalizione – prosegue l’europarlamentare – io sono pronta per portare avanti un progetto politico ampio, di comunità che metta al centro le persone, che tenga insieme crescita economica della nostra regione, sostenibilità ambientale, innovazione, tradizione, diritti e giustizia sociale. La Sicilia ha un grande talento, una fertilità culturale tutta sua, unica direi. Ed è quella che ritroviamo nelle persone, nella capacità di fare impresa, nel volontariato sociale, nelle aspirazioni dei giovani, nell’orgoglio delle coscienze antimafia, nella dimensione multietnica, nei mestieri, nei mercati storici, nelle borgate marinare, nelle arti, nelle feste religiose, nei modi di dire e nei racconti tramandati. Io amo tutto ciò e considero questa ricchezza una chiave universale per tutte le sfide, comprese quelle che la realtà contemporanea ci impone di affrontare: partendo dalla transizione verde e digitale”. “Questa ricchezza di cui bisogna avere massima consapevolezza, è una forza dinamica che va sostenuta e liberata utilizzando nel modo migliore le risorse disponibili per aprire la strada a migliori opportunità, cosa che spetta a chi assume compiti di governo”, conclude.
(ITALPRESS).