Saccheggiata la sede del Sindacato Diritti Invalidi, furto o intimidazione?

AGI – Nuovo furto nella sede del Sindacato Italiano Diritti Invalidi di Largo Ferruccio Mengaroni, in zona Tor Bella Monaca, alla periferia di Roma. Ignoti sono entrati nel locale e, dopo aver rovistato nei cassetti e gettato a terra fascicoli, documenti, sedie e scrivanie, hanno rubato un computer fisso, all’interno della stanza del presidente Roberto Giuliano.

Nel pc è presente la memoria del sindacato. Non è stato portato via, invece, un altro computer che era in un’altra stanza. Sul caso, che sembra quasi una intimidazione e un atto vandalico più che un furto vero e proprio, indagano i carabinieri allertati nel pomeriggio di oggi, mercoledì 6 dicembre, quando, alle 15.30, i volontari hanno scoperto l’effrazione.

“Chiediamo alle istituzioni di vigilare di più, magari anche con la videosorveglianza sulla piazza, anche perchè ora sarà ristrutturata dalla Fondazione Bulgari”, afferma all’AGI Roberto Giuliano, presidente del Sidi. “Non riesco a comprendere quale sia il motivi degli attacchi: qui non c’è nulla da rubare. Anzi: se qualcuno vuole darci una mano, noi siamo ad aspettarlo”, aggiunge.

La sede dell’associazione aveva già subito un furto lo scorso 30 ottobre ed era stata depositata formale denuncia alla Questura di Roma. Roberto è il fratello di Pietropaolo, morto a dicembre del 2021. L’uomo era uno dei simboli positivi di Tor Bella Monaca: ha rappresentato il valore della lotta, in difesa dei più deboli, non solo disabili. Era stato lui a fondare, negli anni ’70, il Sidi che era diventato a tutti gli effetti la sua seconda casa.