Home news Cronaca SALONE LIBRO TORINO, IL DIRETTORE LAGIOIA CI SVELA I SUOI SEGRETI

SALONE LIBRO TORINO, IL DIRETTORE LAGIOIA CI SVELA I SUOI SEGRETI

76
0
Condividi

Un maggiore numero di espositori, 424 rispetto ai 338 del 2016, disposti su 11 mila metri quadrati, il 10% in più dell’anno scorso. Quello della trentesima edizione, la prima dopo lo strappo di Milano, sarà un “grande Salone del Libro” perché “Torino lo merita”. Lo ha assicurato Massimo Bray, presentando la buchmesse in programma dal 18 al 22 maggio.
L’ex ministro Bray presiede la Fondazione per il Libro, l’ente promotore del Salone del Libro, che viene presentato questa mattina al Museo del Risorgimento di Torino. In prima fila la sindaca Chiara Appendino e il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, con i rispettivi assessori. “Vi ringrazio tutti, uno per uno – ha detto loro Bray -: avete lavorato in modo condiviso perché questo Salone riesca al meglio. Torino ha al suo interno una comunità culturale e amministrativa già così bene sperimenta in questi importanti 30 anni del Salone, che non potrà che raggiungete ancora grandi risultati”.

SALONE LIBRO TORINO, IL DIRETTORE LAGIOIA CI SVELA I SUOI SEGRETI ultima modifica: 2017-04-27T13:37:21+00:00 da Redazione Rete 7