Salute, Riccardi “Sistema sanitario FVG è eccellenza”

UDINE (ITALPRESS) – “Viviamo in una regione, il Friuli Venezia Giulia, dove il Sistema sanitario rappresenta un fiore all’occhiello del servizio pubblico, distinguendosi per la sua eccellenza. Lo hanno sottolineato i professionisti della salute che operano nel delicato e importante settore dell’oncologia di precisione: funzionari, ricercatori e medici provenienti da Veneto, Emilia-Romagna, Lombardia e Fvg che oggi si sono riuniti a Udine, nella sede della Regione, per confrontarsi sul tema dei percorsi aziendali per l’oncologia di precisione”. Lo ha rimarcato il vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, intervenuto stamani al convegno promosso da “Sda Bocconi School of Management”, dal Collegio italiano dei primari oncologici medici ospedalieri (Cipomo) e dall’Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale, incontro cui hanno preso parte, in presenza e in videoconferenza, numerosi esperti di settore.
“I professionisti riunitisi oggi si sono confrontati sulla necessaria innovazione nell’oncologia di precisione, soprattutto per quel che attiene la modifica degli assetti organizzativi del nostro Sistema sanitario – ha detto il vicegovernatore -. Da questo fruttuoso scambio di esperienze saranno individuate soluzioni che potranno anticipare provvedimenti e percorsi che in questo momento non esistono ancora nel nostro Paese”. “L’incontro di oggi – ha dettagliato Riccardi – è stato organizzato per affrontare il momento di grande innovazione che sta attraversando questa disciplina ad alta prevalenza: innovazione partita dai laboratori di ricerca, di genetica, di anatomia patologica e che sta arrivando al letto del malato. L’applicazione finale dell’innovazione passa necessariamente anche attraverso aspetti tecnici, clinici e amministrativi, di sostenibilità, appropriatezza, etica e gestione, quest’ultima indicata dai professionisti come chiave reale dell’eccellenza del Sistema sanitario italiano e in particolare del Friuli Venezia Giulia”.
“Ringrazio per il loro impegno e per la loro dedizione i professionisti, a partire dal dottor Fasola: continuano a guardare avanti, nonostante, come loro stessi hanno riferito, ogni tanto si presentino delle ‘allergiè nelle componenti che concorrono alla ricerca di modelli di percorso di efficienza per riuscire a gestire al meglio tutto il complesso iter che dall’innovazione arriva al letto del paziente per la sua cura – ha detto ancora il vicegovernatore -. Chi si occupa di salute non può fermarsi: deve continuare a percorre la strada verso il futuro, conscio che incontrerà anche difficoltà ma che individuerà di conseguenza le soluzioni, mostrando quello che funziona, rassicurando i cittadini”.

foto: ufficio stampa Regione FVG

(ITALPRESS).