Home Cronaca SAN VALENTINO: ROSE ROSSE OUT, MEGLIO ORCHIDEE E PRIMULE

SAN VALENTINO: ROSE ROSSE OUT, MEGLIO ORCHIDEE E PRIMULE

16
Condividi

Non è più tempo di rose rosse. Per la ricorrenza di San Valentino sono aumentate le richieste di primule, bulbose, azalee e orchidee prodotte in Italia. Una tendenza in corso almeno già dal 2013 e che è cresciuta negli anni, tanto che la vendita di fiori di stagione ha superato quella del mazzolino scarlatto con cui, come vuole la tradizione, si elargiscono dichiarazioni e promesse d’amore. A parlarne, da Torino, è Asproflor, l’associazione dei produttori florovivaisti italiani. “Un sondaggio che abbiamo svolto tra i garden center e i punti vendita – afferma il presidente, Renzo Marconi – evidenzia una riduzione delle prenotazioni di rose rosse. Una scelta riconducibile ai costi elevati, perché in questo periodo i prodotti arrivano dal Kenya o dal Perù tramite il mercato olandese”.
Asproflor chiede un “impegno maggiore nella tutela del florovivaismo italiano rispetto alle importazioni extra-europee” e ricorda che il comparto conta “100 mila addetti impiegati in 27 mila aziende per un fatturato di circa 2,5 miliardi all’anno”

SAN VALENTINO: ROSE ROSSE OUT, MEGLIO ORCHIDEE E PRIMULE ultima modifica: 2020-02-13T16:37:06+01:00 da Redazione Rete 7