Home Cultura CONSERVARE I TATUAGGI DOPO LA MORTE: ORA SI PUO’

CONSERVARE I TATUAGGI DOPO LA MORTE: ORA SI PUO’

51
Condividi

Si chiama forever il progetto ed il processo ideato e poi sperimentato da un impresario di pompe funebri americano. Dura circa quattro mesi, inizia con lʼasportazione del disegno entro le 72 ore dopo il decesso, poi la viene lavorata per far sì che si conservi. L’idea, nata per caso davanti a un drink, sta riscuotendo un grande successo. Conservare il tatuaggio della persona morta e trasformarlo in un quadro è un modo come un altro per ricordare un parente o un amico defunto. In America la possibilità di conservare i propri e lasciarli ai propri cari era già un’ opzione dal 2015, ma era una pratica che non tutte le agenzie funebri mettevano a disposizione dei clienti. A renderla reale e accessibile a tutti ci hanno pensato Micheal Sherwood e suo figlio Kyle che con questo progetto trasformeranno le opere d’ che ognuno si porta addosso in .

CONSERVARE I TATUAGGI DOPO LA : ORA SI PUO’ ultima modifica: 2019-09-06T12:55:30+02:00 da Redazione Rete 7