Home news SAVIANO: “IL RICORDO DI FALCONE E BORSELLINO E’ UN’ANOMALIA”

SAVIANO: “IL RICORDO DI FALCONE E BORSELLINO E’ UN’ANOMALIA”

42
0
Condividi

A 25 anni dalla strage di Capaci in cui vennero uccisi Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e tre uomini della scorta, Roberto Saviano, sul palco del 30 Salone del libro di Torino, ha ricordato l’uomo e il giudice, accompagnando la platea attraverso racconti e video. Un ricordo lucido che Saviano definisce un’anomalia che Cosa nostra non si aspettava, in un paese che per cambiare ha avuto bisogno del sangue.

SAVIANO: “IL RICORDO DI FALCONE E BORSELLINO E’ UN’ANOMALIA” ultima modifica: 2017-05-23T11:46:25+00:00 da Redazione Rete 7