Scala: abiti sgargianti e tanto rosso contro la violenza sulle donne

AGI –  Colori sgargianti, piume, brillantini, paillettes, smoking, grandi classici, ma anche outifit eccentrici e vistosi come quello indossato dall’influencer Mattia Bossi che si è presentato all’appuntamento più mondano della stagione con una giacca d’oro firmata Tiziano Guardino.

“C’è tanto rosso. Poi nero e oro, si sono omologati alla Scala. C’è qualcuno che si è addobbato come un albero di Natale, ma direi che c’è un po’ di tutto”, ha affermato il noto stylist televisivo Enzo Miccio nel foyer della Scala.

Tra gli ospiti anche il noto medico chirurgo estetico, Dvora Ancona, che per l’occasione ha indossato un abito teatrale rosso rubino con ricami in filo d’oro ispirato al Don Carlo diretto da Zeffirelli. La scelta del colore non è stata casuale; la dottoressa ha spiegato ai cronisti di aver indossato il colore rosso intenzionalmente come simbolo della lotta contro la violenza sulle donne.

Ad affidarsi allo stilista Antonio Riva è stata anche Lucrezia Guidone, attrice di cinema e teatro protagonista della terza stagione di Mare Fuori, che ha indossato un abito lungo in tulle ricamato con motivo floreale, maniche lunghe a guanto e gonna a ruota in crine steccato.

La cantante americana Patti Smith, invece, non ha tradito il suo stile e ha indossato un completo composto da giacca e pantaloni, abbinato a uno scialle color panna. Emma Marcegaglia si è presentata elegantissima alla prima, con un abito lungo, nero, con revers e polsini di raso.

La conduttrice televisiva Sabrina Negri, volendo mostrare anche lei sensibilità al tema della violenza contro le donne, ha scelto di indossare un abito disegnato dallo stilista Giorgio Armani e delle scarpe rosse. “Ho scelto questo vestito perchè ci tenevo a essere sobria. Ho messo il dettaglio della scarpa rossa perchè sono una che negli ideali ci crede nel profondo. Basta violenza sulle donne”.

Alla Prima del Don Carlo diretta dalla magica bacchetta del Direttore d’orchestra Riccardo Chailly, ha fatto il suo ingresso anche il regista Pedro Almodovar che con un look casual ha detto ai giornalisti di essere molto felice perchè “è la prima volta che sono qui”.

Tra gli invitati anche Cristina Fugazzi, in arte l’Estetista Cinica, che ha scelto per l’occasione “un abito nero e semplice. Ho accompagnato l’assessore alla Cultura milanese Tommaso Sacchi e ho deciso di indossare un abito serio”.