Secondo gli indipendentisti corsi, Le Pen può battere Macron  

AGI – “Credo che Marine Le Pen possa vincere, non c’è un grande margine di vantaggio per Macron e i sondaggi non sono precisi”. Jean – Guy Talamoni, leader indipendentista corso, alleato alla guida dell’Assemblea regionale con gli autonomisti, sarà un osservatore non partecipante del duello tra il presidente Emmanuel Macron e la sfidante, che arriva nelle settimane di ‘passione’ dei corsi, tornati in piazza dopo la morte in carcere di uno dei loro simboli, Yvan Colonna.

In un Comune il più votato è stato Yvan Colonna 

“L’astensionismo al primo turno è stato più alto del solito – spiega all’AGI – e tanti sulla scheda elettorale hanno scritto ‘Colonna’. Nel Comune di Marignana, a sud, il nome di Colonna è stato addirittura il più votato ma anche in diversi altri ha raccolto preferenze. Le Pen ha raccolto più preferenze di tutti. Una spiegazione può essere nel fatto che sull’isola ci sono tanti funzionari e militari e infatti nei seggi vicini alle caserme ha prevalso nettamente”.

Il ritorno a casa degli ‘esuli’ 

Nei giorni scorsi il governo è andato incontro a una delle richieste più pressanti dei partiti corsi, riportando ‘a casa’ Alain Ferrandi e Pierre Alessandri che hanno trascorso 24 anni in carcere nel ‘continente’ per avere fatto parte, assieme a Colonna, del commando che uccise il prefetto Erignac nel 1998. “Questo ha un po’ calmato la situazione dopo le manifestazioni con gli incidenti – commenta Talamoni -. Parigi non ha paura di come si esprima la Corsica, i nostri voti sono troppo pochi per cambiare l’esito della partita. Ma quello che conta, agli occhi dell’elettore francese, è come viene gestito l’ordine pubblico, devono dimostrare di saper tenere sotto controllo la situazione. Dopo le elezioni i giovani universitari, che guidano le proteste, tornerannoe a farsi sentire”.

Gilles Simeoni, leader autonomista e presidente del Consiglio Esecutivo della Corsica, fa sapere, interpellato dall’AGI, di non volere in questa fase parlare delle elezioni. “Probabilmente si pronuncerà nei prossimi giorni” afferma la sua portavoce.