Sfruttavano braccianti bulgari in Calabria, 13 indagati

LAMEZIA TERME (CATANZARO) (ITALPRESS) – Operazione dei Carabinieri della compagnia di Girifalco finalizzata al contrasto del “Caporalato”. Eseguite tredici misure cautelari. I provvedimenti sono stati emessi dal gip presso il tribunale di Lamezia Terme nei confronti di 13 persone, di cui 11 di nazionalità bulgara, che devono rispondere di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro in danno di cittadini bulgari.
L’indagine ha preso avvio nel mese di ottobre 2020, a seguito della segnalazione di due coppie di cittadini bulgari riuscite a sfuggire ad una situazione di sfruttamento nella quale si erano ritrovate a seguito di false promesse lavorative prospettate da loro connazionali.
Le indagini avviate da subito hanno consentito agli investigatori di documentare come, tra febbraio 2020 e dicembre 2021, in più occasioni, gli indagati avessero effettivamente con più azioni consecutive di un medesimo disegno criminoso, illegalmente reclutato e organizzato, sotto false promesse di adeguati salari e analoghe condizioni alloggiative manodopera agricola superiore a tre unità, di cittadini bulgari, per l’impiego presso terzi, approfittando del loro stato di bisogno e costringendoli a condizioni di sfruttamento.
foto ufficio stampa Carabinieri
(ITALPRESS).