Si dimette il ceo del colosso petrolifero Lukoil e il titolo crolla in Borsa

AGI – Il numero uno del colosso petrolifero russo Lukoil, Vagit Alekperov, si è dimesso. Lo fa sapere la società in un  comunicato, senza rivelare il motivo della scelta del ricco imprenditore 71enne. 

L’oligarca russo, che ha un patrimonio netto stimato di quasi 23 miliardi di dollari secondo il Billionaires Index di Bloomberg, è stato sanzionato dal Regno Unito il 13 aprile, quando ha introdotto 178 nuove misure contro Mosca e i cittadini russi vicini al Cremlino. Il nome di Alekperov non è nelle liste delle sanzioni dell’Unione europea e degli Stati Uniti. 

Alla Borsa di Mosca, il titolo del colosso petrolifero russo Lukoil ha perso oltre il 3% dopo le dimissioni di Alekperov.