Smog oltre i limiti nella Bassa Romagna, scattano le misure

AGI – Misure antismog anche in tutta la Bassa Romagna, per sforamento dei livelli di Pm10 , con il divieto di spandimenti dei liquami zootecnici con tecniche non ecosostenibili, il divieto di utilizzo di generatori di calore a biomasse (camini, caminetti, stufe) con classe di prestazione energetica inferiore a 4 stelle (nel caso in cui sia presente un metodo di riscaldamento alternativo) e la riduzione delle temperature degli ambienti interni riscaldati (19 gradi per case, uffici, attività ricreative e di culto, attività commerciali, attività sportive; 17 gradi per attività industriali e artigianali).

 

Per il Comune di Lugo sono disposti il divieto di circolazione dalle 8.30 alle 18.30 ai veicoli diesel di categoria inferiore a euro 5 compreso nell’area urbana individuata da appositi cartelli (ad esclusione dei residenti del Comune di Lugo per i quali la limitazione riguarda i veicoli diesel fino a Euro 4 compreso, deroga concessa ai residenti dei Comuni alluvionati) e il divieto di combustione all’aperto (residui vegetali, falò, fuochi d’artificio, eccetera).

 

Tali disposizioni si aggiungono alle misure ordinarie vigenti dal primo ottobre al 30 aprile e che prevedono: per tutti i Comuni della Bassa Romagna il divieto di abbruciamento di residui vegetali e il divieto di circolazione, dalle 8.30 alle 18.30 nelle aree urbane individuate da appositi cartelli a tutti i veicoli diesel di categoria emissiva inferiore a Euro 4 compreso (Euro 3 per i residenti nei Comuni il cui territorio sia stato alluvionato), ai veicoli a benzina di categoria inferiore a Euro 2 compreso e ai veicoli a doppia alimentazione, ciclomotori e motocicli di categoria inferiore a Euro 1 compreso.