Sono stati condannati i due manager tedeschi che ubriachi uccisero due fidanzati sul lago di Garda

AGI – Patrick Kassen condannato a 4 anni e 6 mesi e Christian Teismann a 2 anni e 11 mesi. È finito così il processo ai due manager tedeschi che il 19 giugno scorso travolsero a bordo di un motoscafo nelle acque di San Felice del Benaco, sul lago di Garda il gozzo sul quale erano fermi i fidanzati Umberto Garzarella, 37 anni, e Greta Nedrotti, 24 anni, morti entrambi. 

Kassen era stato arrestato il 52enne tedesco due settimane dopo l’incidente: si era consegnato ai carabinieri di Brescia e della compagnia di Salò al Brennero, al rientro in Italia accompagnato dal proprio difensore. La Procura aveva immediatamente richiesto un mandato di arresto europeo, attivando contestualmente la collaborazione di Eurojust e del servizio di cooperazione internazionale di polizia presso il ministero dell’Interno. L’arresto era stato eseguito nel giorno in cui la Corte d’Appello di Monaco aveva esaminato la richiesta di convalida del mandato di arresto europeo.

La Corte li ha ritenuti responsabili di duplice omicidio colposo. Kassen, conducente del motoscafo al momento dell’impatto, era ubriaco. Erano state diverse testimonianze, riscontrate peraltro da documentazione video e da certificazioni sanitarie che non lasciavano spazio a dubbi.

La velocità del motoscafo al momento dell’impatto, inoltre, ricostruita tramite una simulazione notturna svolta in loco della guardia costiera, risultava stimabile in circa 20 nodi, ben quattro volte superiore rispetto al limite di navigazione consentito.