Stampa e Palazzo: sulle prime pagine il piano anti-rincari e l’accoglienza dei profughi

AGI – I provvedimenti allo studio del governo per contrastare gli aumenti dei carburanti e sostenere famiglie e imprese e il piano per l’accoglienza dei profughi. Sono questi i temi in primo piano sulle pagine di politica dei quotidiani in edicola oggi.

Il Corriere della Sera 

Decreto Ucraina nell’Aula deserta. Lo stop al viaggio di 30 parlamentari. Il provvedimento alla Camera: in 9 sugli scranni. Di Maio, no alla missione di senatori e deputati: sono obiettivi sensibili e a rischio strumentalizzazione. Piano per benzina, luce e gas: accise ridotte e bollette a rate. I pm indagano sui rincari. Intervista a Tajani: “Draghi ha la nostra fiducia. Ma temi decisivi per Forza Italia non si possono mettere da parte”. – LA REPUBBLICA: Taglio a super e gasolio con l’extragettito Iva. Nuovi aiuti in bolletta. La procura di Roma indaga sui carburanti, speculazione e stoccaggi nel mirino.

La Stampa

Draghi vara il taglia-prezzi, sconto per carburanti e gas. I pm indagano sui rincari. Intervista all’ex ad di Eni ed Enel, Scaroni: “Il costo del metano scenderà presto ma ci servono carbone e nucleare”.

Il Messaggero

Bollette e benzina, tagli in arrivo. Il governo anticipa a domani il decreto: meno accise sui carburanti e rateizzazioni. Parla il sottosegretario all’Economia, Freni: “Il taglio delle accise non era piu’ rinviabile”.

Il Fatto Quotidiano

C’è la guerra, ma Bruxelles chiede di “ridurre il debito”. Eurogruppo, la recessione in arrivo pareva aver archiviato il ritorno dei vincoli di bilancio, ma non e’ cosi’: dopo la Bce, altro pizzino dei falchi. Finanziamento illecito, Centemero condannato a 8 mesi: i soldi dati da Esselunga a ‘Piu’ Voci’ andarono alla Lega.

Il Giornale

Caro benzina, si indaga. Draghi: taglio di 15 cent. E Berlusconi pressa l’Ue: subito tetto alle aliquote. Assicurazioni nel mirino, una “patrimoniale” contro le aziende: la follia di Conte per risolvere la crisi. Milano, nuovo flop dei pm. L’azzurro Mantovani assolto da tutte le accuse.

Il Tempo 

Draghi corre ai ripari. In arrivo il decreto anti-rincari. Rateizzazioni obbligatorie, meno Iva e accise sulla benzina. La Procura di Roma apre un fascicolo sugli aumenti indiscriminati al distributore. Dopo l’allarme prezzi il ministro Cingolani sparisce. I partiti: venga in Aula. – LIBERO: Solidali ma non troppo, è già scontro sui profughi. Palazzo Chigi ordina alle Regioni: accogliete i rifugiati. Il problema è: ora chi paga? Il governo: bollette a rate. La guerra ci costerà uno stipendio all’anno.

La Verità

Profughi nelle mani delle coop che sfruttano gli immigrati. Dall’Ucraina fino a 800.000 arrivi: un affare da 8 miliardi.