Home news Cronaca STRAGE BARDO TUNISIA: LE LACRIME DI CAROLINA BOTTARI CHE PERSE IL MARITO...

STRAGE BARDO TUNISIA: LE LACRIME DI CAROLINA BOTTARI CHE PERSE IL MARITO NELL’ATTENTATO

74
0
Condividi

Un minuto di silenzio è stato osservato questa mattina in Comune a Torino in memoria delle vittime dell’attentato terroristico al Museo del Bardo, due anni fa in Tunisia, nel quale furono coinvolti alcuni dipendenti.

La cerimonia di fronte a Palazzo Civico, con gli stendardi della Città di Torino, della Città Metropolitana e della Regione Piemonte. Presente in fascia tricolore la sindaca Chiara Appendino, che spingeva la carrozzella di Carolina Bottari, la dipendente rimasta gravemente ferita nell’attentato in cui ha perso la vita il marito Orazio Conte. Per osservare il silenzio i dipendenti del municipio sono usciti dagli uffici riversandosi nella piazzetta antistante.

Nell’attentato di due anni fa, il 18 marzo 2015, morì oltre a Conte anche un’altra dipendente, Antonella Sesino, presente la mamma, e furono gravemente ferite Bottari e la collega Anna Abbagnale, non presente alla cerimonia perché operata ieri ancora in conseguenza delle riferite riportate.

STRAGE BARDO TUNISIA: LE LACRIME DI CAROLINA BOTTARI CHE PERSE IL MARITO NELL’ATTENTATO ultima modifica: 2017-03-17T18:17:38+00:00 da Redazione Rete 7