Svastiche sulla tomba dell’ex cancelliere tedesco Schmidt e della moglie 

AGI – La tomba dell’ex cancelliere tedesco Helmut Schmidt e di sua moglie Loki nella città settentrionale di Amburgo è stata vandalizzata con delle svastiche, un atto definito “spregevole” dal ministro degli Interni sabato. “Le svastiche dipinte in rosso sono state scoperte ieri sera sulla loro tomba in un cimitero di Ohlsdorf e sono state immediatamente rimosse”, ha dichiarato la polizia di Amburgo.

 

Unbekannte haben das #Grab des ehemaligen Bundeskanzlers #HelmutSchmidt & seiner Frau Loki auf dem Ohlsdorfer Friedhof mit Hakenkreuzen beschmiert. Die Schmierereien sind am Freitagabend entdeckt worden. Zum gemeinsamen Statement der Schmidt-Stiftungen https://t.co/B6O8cktT6l

— Bundeskanzler-Helmut-Schmidt-Stiftung (@BKHS_Stiftung)
December 23, 2023

Per il momento, la polizia non ha informazioni sull’identità della persona o delle persone che hanno vandalizzato la tomba, ne’ sulle loro motivazioni. Il ministro degli Interni tedesco, Nancy Faeser, membro del Partito Socialdemocratico come Helmut Schmidt, ha condannato con forza questo “atto odioso, che dimentica la storia”. “Helmut e Loki Schmidt si sono sempre opposti al disprezzo per le persone, al razzismo e all’antisemitismo – consapevoli della nostra storia”, ha dichiarato su X.

Nato ad Amburgo il 23 dicembre 1918, il socialdemocratico Helmut Schmidt avrebbe compiuto sabato 105 anni. Morto il 10 novembre 2015, ha guidato la Germania Ovest dal 1974 al 1982, in un periodo in cui il Paese stava diventando una potenza economica globale. Un convinto europeista che ha incarnato la “Realpolitik” durante la Guerra Fredda, ha avviato un nuovo liberalismo economico all’interno della socialdemocrazia tedesca.