Home Cronaca TENTA DI SGOZZARE LA COMPAGNA: NEL 2008 AVEVA GIA’ UCCISO UNA DONNA

TENTA DI SGOZZARE LA COMPAGNA: NEL 2008 AVEVA GIA’ UCCISO UNA DONNA

48
Condividi

Aggredita e sfregiata al volto dal compagno, armato di un coccio di bottiglia. È accaduto ad una donna di 44 anni aggredita in corso Giulio Cesare. Gli agenti del commissariato Barriera di Milano, che hanno fermato l’uomo poco dopo l’accaduto, indagano per tentato omicidio. La vittima si trova, invece, ricoverata all’ospedale Maria Vittoria nel reparto di chirurgia plastica. Non è in pericolo di vita, ma le ferite sono profondissime. La donna, torinese, aveva appena scoperto che il suo nuovo compagno, il 36enne Mohamed Safi che aveva conosciuto 6 mesi fa nel locale in cui lui lavorava, era stato condannato per omicidio e per questo motivo aveva deciso di troncare la relazione. I due questa notte si trovavano insieme sul tram 4 in corso Giulio Cesare e quando sono scesi, lui l’ha aggredita alle spalle colpendola con violenza.
Il 36enne, di origine tunisina, era già stato arrestato e condannato per l’omicidio di Alessandra Mainolfi avvenuto a Bergamo nel 2008 in un efferato delitto passionale. L’uomo era tutt’ora detenuto, ma godeva di un permesso per uscire per lavorare con l’obbligo di rientrare in cella entro le due di notte.

TENTA DI SGOZZARE LA COMPAGNA: NEL 2008 AVEVA GIA’ UCCISO UNA DONNA ultima modifica: 2019-10-19T13:26:50+02:00 da Redazione Rete 7