Home news Cronaca TRASFORMA CASA IN CENTRALE DI SPACCIO, DENUNCIATO DALLA SUOCERA

TRASFORMA CASA IN CENTRALE DI SPACCIO, DENUNCIATO DALLA SUOCERA

55
0
Condividi

Temendo che il fidanzato della figlia, un cittadino italiano di 36 anni che aveva accolto in casa da circa un mese, avesse dato corso ad un traffico di stupefacenti, proprio a casa sua, la donna ha confidato la vicenda ad un carissimo amico, che a quel punto le ha consigliato di avvertire il 113. Una pattuglia della Squadra Volante, recatasi presso l’appartamento della signora, sito nel quartiere Le Vallette ha scoperto cosi’ 3 bustine di cellophane contenenti 10 grammi di cocaina. Il giovane veniva, inoltre, trovato in possesso delle chiavi dell’appartamento della nonna della fidanzata, deceduta, al terzo piano dello stabile: qui, sono stati trovati 3 bilancini di precisione, numerose bustine di cellophane, 4 telefoni cellulari e del denaro contante. Anche la perquisizione dell’auto a lui in uso consentiva il rinvenimento di 3 ovuli termosaldati, nascosti tra parabrezza e tettuccio dell’auto. L’uomo, che ha numerosi precedenti di polizia per spaccio di sostanze stupefacente ed un obbligo tri-settimanale di presentazione alla P.G. presso i CC delle Vallette, è stato tratto in arresto per violazione della Legge sugli stupefacenti.

TRASFORMA CASA IN CENTRALE DI SPACCIO, DENUNCIATO DALLA SUOCERA ultima modifica: 2017-05-02T19:30:53+00:00 da Redazione Rete 7