Uccisa in Ucraina una osservatrice dell’Osce

AGI – Maryna Fenina, membro nazionale della Missione speciale di monitoraggio dell’OSCE in Ucraina (SMM), è morta in un bombardamento a Kharkiv il 1 marzo. Lo annuncia una nota dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa.

Il presidente in carica dell’OSCE e ministro degli Esteri della Polonia Zbigniew Rau e il segretario generale dell’OSCE Helga Maria Schmid porgono le loro più sentite condoglianze ai cari di Maryna, nonché a tutta la squadra SMM: “Le nostre più profonde condoglianze e la nostra simpatia vanno alla famiglia di Maryna. Maryna era un membro stimato del team SMM, e i nostri colleghi in Ucraina rimangono in stretto contatto con la sua famiglia per offrire il nostro sostegno”. 

“Maryna è stata uccisa mentre stava facendo provviste per la sua famiglia in una città che è diventata una zona di guerra. A Kharkiv e in altre città e paesi dell’Ucraina, missili, granate e razzi stanno colpendo edifici residenziali e centri urbani, uccidendo e ferendo civili innocenti – donne, uomini e bambini”.

“Nonostante i ripetuti appelli di tutta la comunità internazionale e dell’OSCE, l’operazione militare non provocata contro l’Ucraina continua. Condanniamo fermamente l’aumento dei bombardamenti nei centri urbani che causano morti e feriti tra i civili e ribadiamo il nostro appello alla Federazione Russa per un’immediata cessazione delle ostilità e per impegnarsi in un dialogo significativo”.