Ucraina, Zelensky chiede a Malta una presa di posizione

LA VALLETTA (MALTA) (ITALPRESS/MNA) – Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha tenuto un discorso al Parlamento maltese in video collegamento e ha invitato il governo maltese a congelare i beni dei cittadini russi, di confiscare proprietà e yacht, sollecitando il governo a non lasciare che gli oligarchi russi si nascondano a Malta grazie a passaporti di comodo. “Non permettere che la vostra isola venga abusata. Eseguite i controlli necessari per impedire ai russi di nascondersi a Malta”, ha insistito Zelensky. Ha anche chiesto di intercettare tutte le navi battenti bandiera maltese coinvolte nel trasporto di petrolio russo. Il presidente ucraino ha poi paragonato la guerra in Ucraina a quanto accaduto a Malta nel corso della Seconda guerra mondiale. “Il vostro paese ha fermato la tirannia del nemico e ha definito il futuro dell’Europa”, aggiungendo che il suo Paese ha anche bisogno di aerei, elicotteri e armi per “distruggere le ambizioni dell’attuale aggressore” e per “fermare la tirannia che sta avvenendo in Ucraina”. Il suo discorso è stato seguito da brevi interventi da parte del primo ministro maltese Robert Abela e del leader dell’opposizione Bernard Grech. Abela ha garantito che i maltesi continueranno ad accogliere più rifugiati e forniranno anche maggiore assistenza medica. Inolre, Malta continuerà a incoraggiare tutte le parti a raggiungere un cessate il fuoco e ha affermato che il ritiro delle truppe russe dal territorio ucraino è la chiave per risolvere il conflitto, seguito dal dialogo e colloqui di pace. Sulla questione dei passaporti, Abela ha affermato che il suo governo ha congelato le richieste di cittadini russi e bielorussi e ha anche revocato la cittadinanza a un oligarca che è stato colpito dalle sanzioni. Il leader dell’opposizione si è espresso favorevolmente sulla questione dell’adesione all’UE e ha dichiarato che quando ciò accadrà, l’Ucraina tornerà a casa dopo una lunga assenza. A nome del Partito nazionalista, Grech ha espresso solidarietà e ha dichiarato che questa guerra è una preoccupazione per il mondo intero e non solo per l’Ucraina.
(ITALPRESS).
-foto xf3-