Ue divisa sull’embargo al petrolio russo entro l’anno. “No” dell’Ungheria

AGI –  Mentre a Mariupol l’acciaieria Azovstal continua a essere sotto il fuoco e ci sono notizie contrastanti sulla sua conquista da parte dei russi, i Paesi europei si dividono sul nuovo pacchetto di sanzioni e rinviano la decisione, controversa soprattutto sull’embargo del petrolio russo.

Intanto, dagli Stati Uniti il presidente Joe Biden preannuncia di voler proporre al G7 nuove sanzioni mentre da Mosca arriva il divieto per il premier giapponese ad entrare in Russia, proprio mentre Fumio Kishida si trova in visita a Roma dove ha incontrato il premier Mario Draghi. Ecco, a partire dalle piu’ recenti, la cronologia delle notizie AGI nel settantesimo giorno della guerra in Ucraina.