Un italiano su cinque ascolta audiolibri, il preferito è “Harry Potter”

AGI – Un italiano su cinque ascolta gli audiolibri, almeno secondo i nuovi dati forniti da Audible, società di Amazon tra i maggiori player nella produzione e distribuzione. Prosegue a gonfie vele dunque un trend positivo con un’impennata già ampiamente documentata negli ultimi anni, soprattutto durante il primo lockdown, e che oggi viene testimoniata da nuovi dati positivi.

Secondo l’ultima ricerca condotta proprio per Audible da NielsenIQ gli audiolettori crescono ancora e sono ora il 17% della popolazione adulta, per un totale di 10,2 milioni di italiani fruitori di storie raccontate da grandi voci, un bel +2% rispetto al 2021.

Il 40% del campione intervistato ha ascoltato almeno un audiolibro nell’ultimo anno e l’11% di questo è un cosiddetto heavy user, ovvero ascolta audiolibri con regolarità almeno una volta alla settimana. La maggior parte degli audiolettori, il 35%, dichiara di alternare libri cartacei e ebook; il 37% apprezza anche usufruire dei numerosi podcast distribuiti sulle varie piattaforme disponibili in Italia.

Cresce anche il tempo che gli italiani sono disposti a dedicare all’ascolto delle loro storie preferite: la durata media della sessione di ascolto arriva nel 2022 a sfiorare il tetto della mezz’ora, nonostante l’impatto dei social che mettono a dura prova la capacità di concentrazione delle persone: gli audiolettori restano incollati alle cuffie per ben 27,5 minuti (+10% rispetto all’anno precedente).

Chi ascolta gli audiolibri e dove

Sono i Millenials i più appassionati consumatori di audiolibri, il 44% della generazione che copre la fascia d’età che va dai 25 ai 34 anni infatti è un appassionato audiolettore. Come rivelano altri dati, pare che l’audiolibro entri in tackle nelle dinamiche familiari, tant’è che il 39% dei genitori intervistati dichiara di avere figli che ascoltano audiolibri e di questi il 48% ha fatto ascoltare per la prima volta un audiolibro ai propri figli, mentre il 31% ha iniziato ad ascoltare audiolibri sotto consiglio dei propri figli.

Anche nel 2022, la casa si conferma il luogo preferito per godere della compagnia di un audiolibro, il 74% degli italiani dà voce alle storie nel conforto delle proprie mura domestiche mentre compie altre azioni destinate alla cura della casa come cucinare, fare le pulizie, riordinare o curare il giardino. Complice anche il graduale ritorno a una vita più all’aria aperta rispetto allo scorso anno, aumentano le persone che ascoltano audiolibri durante gli spostamenti tra casa e posto di lavoro: crescono gli ascolti in macchina e sui mezzi pubblici, rispettivamente al 24% e al 18%, contro il 20% e il 14% del 2021.

Che cosa si ascolta

In qualunque luogo si decida di premere play e godersi un audiolibro, i gusti in fatto di ascolti tra il 2021 e il 2022 restano invariati. La classifica dei generi più amati nel Belpaese conferma i tre intramontabili dello scaffale: classici (30%), thriller (30%) e fantasy e science fiction (22%). Quando si tratta di scegliere quale audiolibro ascoltare gli italiani preferiscono le novità. Il 52% presta orecchio a un audiolibro che non ha mai letto, solo il 28% ascolta volentieri una storia che già conosce.

L’audiolibro diventa un mezzo per far appassionare gli italiani a nuove storie e nuovi autori, spingendo le persone a dedicare maggiore tempo e attenzione alla cultura. In fatto di lingua d’ascolto gli italiani preferiscono quella natia. Il 98% del campione ascolta audiolibri in italiano, seguono poi all’inglese al 20% e lo spagnolo al 5%. Il maggior driver all’ascolto è, come negli anni passati, il relax (44%) ma aumentano gli audiolettori che, quando non possono leggere, ascoltano per imparare, passando al 28% rispetto al 23% del 2021.

Per la prima volta quest’anno, gli audiolibri sono visti sia come mezzo per intrattenersi mentre si svolgono altre attività sia come valido strumento di approfondimento e apprendimento, entrambi a pari merito al 46%. Alta anche la percentuale degli italiani che li ritiene un vero alleato contro la noia (45%), la solitudine e lo stress (entrambi al 43%). 

Il più ascoltato

La saga di Harry Potter di J.K. Rowling letta da Francesco Pannofino, uno dei maggiori doppiatori e attori italiani, non è solo il libro più ascoltato del 2022 ma anche il più ascoltato in Italia di sempre; seconda posizione, in entrambe le classifiche, ricoperto dallo stesso romanzo, ovvero “Il Conte di Montecristo” di Alexandre Dumas letto da Moro Silo.

Nel 2022 gli altri libri più ascoltati dagli italiani sono stati, in ordine, “Per niente al mondo” di Ken Follett letto da Riccardo Mei, “L’inverno dei Leoni (La saga dei Florio)” di Stefania Auci letto da Ninni Bruschetta, “I Pilastri della terra (La Trilogia di Kingsbridge)” di Ken Follett letto da Riccardo Mei, “Tre” di Valerie Perrin letto da Lucia Mascino, “Storia della bambina perduta (L’amica geniale)” di Elena Ferrante letto da Anna Bonaiuto, “Serenata senza nome: Il commissario Ricciardi 9” di Maurizio De Giovanni letto da Paolo Cresta, “Dune (Il ciclo di Dune 1)” di Frank P. Herbert letto da Alessandro Parise e “Il grido della rosa: Le indagini di Anita” di Alice Basso letto dalla stessa Alice Basso.