Wrc, in Portogallo i team promuovono le Scorpion Pirelli

OPORTO (PORTOGALLO) (ITALPRESS) – Debutto positivo al Rally del Portogallo per le nuove Pirelli Scorpion KX WRC, evoluzione delle precedenti gomme da sterrato, sviluppate da Pirelli per le vetture hybrid Rally1. Sia la versione hard sia quella soft si sono mostrate affidabili in tutte le condizioni di un rally che nella prima giornata si è rivelato più duro del previsto. Il venerdì pomeriggio le strade si presentavano praticamente distrutte dopo il primo passaggio, nelle speciali del mattino, delle 100 vetture iscritte, il cui transito ha estremizzato le insidie di sterrati per loro natura già molto rocciosi e abrasivi. I fondi sabbiosi e scivolosi e le condizioni meteo variabili, con molti tratti bagnati, hanno dominato le altre due giornate. Sabato, il contrasto tra prove scivolose, che suggerivano l’uso delle soft, e prove molto lunghe come la Amarante, ripetuta al pomeriggio, che consigliavano l’utilizzo delle hard, ha creato una grande varietà di strategie, dando ragione a chi aveva puntato sulle Scorpion HA, grazie anche all’arrivo tardivo della pioggia, caduta intensa solo nel tardo pomeriggio. Nella piovosa giornata di domenica, la versione soft delle Scorpion ha dominato la scena, assicurando prestazioni e affidabilità in tutte le speciali.
Nel complesso, la strategia gomme e l’attenta gestione delle coperture si è rivelata determinate ai fini degli esiti della gara, che ha visto il pilota Toyota Kalle Rovampera imporsi sul compagno di squadra Elfyn Evans, dopo un lungo inseguimento.
“Ad ogni gara, come è normale che sia e come accade anche ai piloti, impariamo cose nuove – ha commentato Terenzio Testoni, Rally Activity Manager Pirelli -. Quel che nel complesso ci portiamo a casa dal Portogallo è la conferma, ribadita anche dai commenti tecnici dei team, che le nuove gomme da sterrato possono affrontare le condizioni più estreme e inattese come quelle verificatesi nella giornata di gara più lunga e sfidante, quella di venerdì, nella quale gli incidenti sono stati inevitabilmente numerosi e in linea con quanto mi potevo aspettare con strade ridotte in quello stato. Mi sorprende che qualcuno possa essersi sorpreso, ma anche questo fa parte del Rally alla fine. Anche se con condizioni differenti, le Scorpion avranno subito un secondo severo esame sugli sterrati abrasivi della Sardegna tra due settimane, dove ci aspettiamo temperature più alte e meteo più stabile”.
– Foto ufficio stampa Pirelli –
(ITALPRESS).