Zampata di Vlahovic, la Juventus espugna Cagliari per 2-1

CAGLIARI (ITALPRESS) – La Juventus reagisce alla sconfitta contro l’Inter e torna alla vittoria in casa del Cagliari. Lo fa in rimonta, grazie ai gol di De Ligt e Vlahovic che rispondono all’iniziale vantaggio di Joao Pedro, e può così mettere maggiormente al sicuro il quarto posto a sei partite dal termine. All’Unipol Domus, se i bianconeri trovano tre punti fondamentali per la propria classifica, l’altra faccia della medaglia è rappresentata dai sardi ulteriormente nei guai, giunti al quinto ko di fila e ancora a forte rischio retrocessione. Primo tempo intenso con la Juventus a fare la partita e il Cagliari efficace nelle ripartenze. Su una di queste, al 10′ arriva il gol del vantaggio dei sardi con il gran tiro all’angolino di Joao Pedro che non lascia scampo a Szczesny. I bianconeri non si scompongono e continuano ad attaccare a caccia del pareggio. Al 23′ episodio molto controverso con la conclusione di Pellegrini leggermente deviata da Rabiot e la palla che si infila in rete. Il Var, però, annulla per un tocco di mano dello stesso francese, assolutamente involontario e con il braccio attaccato al corpo, ma considerato punibile. Rabbia di Allegri, ma la sua squadra in campo non sembra risentirne a livello psicologico e poco prima dell’intervallo trova il pari con il colpo di testa di De Ligt in mischia dopo una gran giocata di Cuadrado nello stretto. Nella ripresa bianconeri arrembanti e vicini al gol per la prima volta con Cuadrado che sul più bello non calcia e cerca un assist improbabile. Tanto agonismo da entrambe le parti, ma i rossoblù si chiudono negli ultimi trenta metri e fanno tanta fatica a ripartire. Ancora Cuadrado a venti dal termine con un diagonale che esce di poco a spaventare i padroni di casa, passano quattro minuti e Vlahovic trova effettivamente il ribaltone che era nell’aria. Pallone imbucato per il serbo, Altare interviene in scivolata ma la sfera, in un flipper beffardo, sbatte ancora sull’attaccante serbo e diventa imparabile per Cragno. Cagliari che nel finale attacca a testa bassa per cercare il pareggio, ma la Juventus amministra senza patemi d’animo e porta a casa i tre punti.
(ITALPRESS).